Segui le Celebrazioni in sicurezza

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Solennità dell'Immacolata Concezione di Maria

29 Novembre – 07 Dicembre Novena in Preparazione della Festa

Ore 16.30  Rosario Preghiera all’Immacolata

Ore 17        Celebrazione dell’Eucarestia

02 Dicembre 1′ Giovedì del mese

Ore 8            Celebrazione dell’Eucarestia

Ore 8.30        Esposizione del Santissimo per l’adorazione

Il Rettore sarà a disposizione per le confessioni fino alle 10:30

Ore 15 – 16:15  Confessioni

Ore 16:30           Rosario – Reposizione

Ore 17:00           Celebrazione dell’Eucarestia

07 Dicembre

Ore 17:00           Celebrazione dell’Eucarestia nella vigilia dell’Immacolata

08 Dicembre

Ore 8            Celebrazione dell’Eucarestia

Ore 9.30       Celebrazione dell’Eucarestia

Ore 16:00       Rosario in Piazza – Preghiera all’Immacolata

Ore 16:30        I Vigili del Fuoco di Oristano deporranno una corona di fiori ai piedi della Madonna collocata sulla sommità del campanile della Basilica

Ore 17:00        Celebrazione dell’Eucarestia, animata dal Coro della Basilica

Salve don Gianfranco. È raro che una comunità  si trovi a dover cambiare due sacerdoti nel giro di qualche mese. 

Certo noi tutti sapevamo che don Tonino fosse di passaggio, ma quando si parla di emozioni le nomine e la burocrazia non contano.

Il periodo con Don Tonino è stato breve ma fecondo e intenso ,  Siamo fiduciosi della scelta che il nostro vescovo  ha fatto, mettendo lei come responsabile della nostra basilica. 

Tutti noi abbiamo visto l’amore che ha messo nella gestione della parrocchia di Sant’Efisio, e tutti noi vediamo quanto lavoro ha fatto e fa per il centro che porta il nome della nostra amata Madonna.

 Ma può bastare questo per rassicurare il cuore  di chi cambia? È come quando arriva una tempesta, sai che sarà solo pioggia, sai che non cambierà  nulla, sai che porterà vita nuova eppure…non puoi fare a meno di avere un piccolo pensiero “speriamo vada tutto bene”. 

Noi siamo sicuri però che lei sarà la nostra nuova pioggia, piena di novità, piena di vita, piena di cambiamento, proprio come lo è la Madonna.

 È infatti al suo sguardo che porta rimedio ai viandanti della vita, che rimettiamo le nostre speranze e i nostri timori e Le diciamo quindi come comunità, che ogni volta che avrà bisogno, ogni volta che chiederà un aiuto noi…saremo pronti e confidiamo nella Madonna che con il suo manto di stelle sia  L ombrello che ci protegge.

Che la nostra amata Maria ci aiuti e ci renda tutti strumento di amore nelle sue mani.

Ben arrivato.

I Volontari il Coro I fedeli tutti.

SALUTO CONCLUSIVO del rettore mons. Tonino Zedda

Il cuore che crede ritempra al tuo nome la fede,con supplice voce ti chiama il Figlio che t’ama.Tu irradia di gioia la via, o Vergine Maria.

Queste poetiche espressioni, che tutti i devoti e pellegrini conoscono bene, dell’Inno per l’incoronazione del Simulacro di Nostra Signora del Rimedio, mi tornano in mente e palpitano nel mio cuore, nel momento in cui si conclude il mio servizio ecclesiale come Rettore dell’amatissima Basilica del Rimedio. : la Vergine Maria anche a me, sacerdote del suo divin Figlio Gesù, ha irradiato di gioia la vita.

Non dimenticherò mai questi 130 giorni, poco più di 4 mesi, in cui sono stato guida e presbitero della Basilica Minore di Nostra Signora del Rimedio.

Non dimenticherò mai quello sguardo, quei radiosi occhi di cielo, quel viso di mamma tanto amabile e caro. Il giorno in cui ho iniziato il mio ministero in Basilica, chiuse le porte sono voluto salire fino alla nicchia che custodisce l’amato simulacro, incoronato 69 anni fa dal Legato pontificio in cardinal Tedeschini, in rappresentanza del Papa, in piazza Roma a Oristano: sono salito su per vedere quegli occhi e quella tenerezza che ha commosso intere generazioni di fedeli arborensi, ma anche di tutta la Sardegna. In questa casa di Maria ci sentiamo tutti figli e fratelli tra di noi. Lacrime, dolori, angosce e paure e tante preghiere hanno riempito e riempiono questo luogo santo e identitario: perfino le pietre ripetono il dolce nome di Maria: Nostra Signora de su Remediu.

Non dimenticherò mai le due Novene, che neppure la pandemia è riuscita a spegnere;

Non dimenticherò mai i luminosi giorni della festa e la presenza della Madonna vicino alla gente, al popolo he Ella tanto ama.

Non dimenticherò mai, la gioia dei miei confratelli sacerdoti nel presiedere una Messa;

Non dimenticherò mai i pellegrini commossi e oranti: mi hanno edificato con la loro fede e la loro devozione.

Non dimenticherò mai il servizio prezioso, disinteressato e generoso dei volontari e della Coro della Basilica.

Non dimenticherò mai la gioia che ho provato nel ripristinare la cappella degli ex voto.

Non dimenticherò mai, o Santa Vergine Nostra Signora del Rimedio, ciò che ci siamo detti in queste settimane, nel segreto del mio e del tuo cuore, o madre e mio rifugio:Adesso e nell’ora della nostra morte. AMEN

Il tuo povero figlio prete don Tonino.

Canale You Tube del Santuario
registrati segui in diretta o rivedi le celebrazioni